Sights

B

.h.g.


_Sights

[…] Anche con Sights, come per le ultime realizzazioni, lo spettatore è un essere itinerante alla ricerca di sensazioni: mettendo in campo i sensi e, in particolare, attraverso il suono di voci, viene guidato lungo tracce suggerite sulle quali entra in gioco il teatro dell’immaginazione. Una dimensione narrativa che per certi versi è anche inconscia, smuove l’anima e invita a entrare in ambiti che altrimenti sono snaturati da codici convenzionali, spesso stereotipati. Con Sights, l’operazione è resa ancora piùsuggestiva. […] Sono racconti brevi, straordinari per la loro spontaneità e verità. Una verità dalla forza coinvolgente e dalla grande profondità. […]  Una bella impresa e un traguardo molto significativo per Trickster-p.
Azione (Svizzera)

Sentir l’odeur du jasmin, entendre la pluie qui tombe, ressentir l’obscurité.Les voix des personnes aveugles interviewées par le deux artistes tessinoisnous ramènent à nos sens. Sights estun cheminement à faire en solitaire. Chacun y vivra une expérience unique,connecté à ses souvenirs liés à la ville de Nyon ou à ses réflexions du moment.Le voix ont le point commun d’être calme, de nous ramener à notre conditiond’être voyant, éloignés à coup sur des autres sens. L’oreille qui siffle, desimages qui s’imposent à l’esprit : à travers ces bandes-son seredéfinissent le verbe «entendre» ou «voir». La pensée défile au gré des neufspots à travers la ville pour une expérience hors du temps.
La Côte – Suisse

[…] Lo spettatore è chiamato ad una partecipazione attiva, con tuttii sensi all’erta per fare un’esperienza che lo interpella. Osservare il mondo con occhi nuovi, paradossalmente proprio attraverso i racconti di un gruppo di nove ciechi. […] Come vedi? Anche l’ascoltatore di queste testimonianze è dunque spinto alla riflessione, perché non bastano gli occhi per dire di vedere. Dipende dagli occhiali che si usano…
Il giornale del popolo (Svizzera)